CAMMINARE PER DIMAGRIRE.

come-dimagrire-camminando-programma-calorie-da-bruciare.jpg

Girovagando come sempre sul web, ho letto questo articolo di Starbene 

Articolo pubblicato sul n. 12 di Starbene

Il programma di fitwalking studiato da M. Damilano  campione olimpico di marcia e creato del metodo 7×7.

25 minuti di walking al giorno la tua vita si può allungare di ben 7 anni? A “misurare” quanto ogni passo renda più longevi è stato uno studio condotto dal’Università di Saarland, in Germania: «Si è visto che passeggiare è il farmaco più efficace, sicuro e a basso costo per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche», spiega il dottor Filippo Maria Quattrini, specialista in medicina dello sport a Roma. E non solo: uno studio pubblicato sulla rivista dell’American Association for Cancer Research ha dimostrato che può pure ridurre le probabilità di ammalarsi di tumore al seno in post-menopausa.

E poi ci sono i benefici per la silhouette: secondo la Stanford University, in mezz’ora a passo sostenuto si possono bruciare circa 300 calorie all’ora. E, passo dopo passo, puoi effettuare un vero e proprio workout total body: “Durante la camminata tonifichi contemporanemente i muscoli di gambe, glutei e addome, ma coinvolgi anche quelli della schiena, che servono a mantenere la postura corretta durante l’allenamento. E a beneficiarne sono pure le braccia, soprattutto quando ti muovi tenendo i gomiti piegati a 90°», specifica Daniela Perilli, istruttore di fitwalking della Federazione italiana di atletica leggera.

Ma i benefici non finiscono qui: «Fare walking migliora l’elasticità e il tono di tendini e articolazioni, principalmente nelle zone di anche, ginocchia, caviglie e arti superiori», continuna l’esperta. Quindi, cosa aspetti? Indossa un paio di scarpe sportive e scendi in pista. Ma prima, dai uno sguardo ai consigli che Starbene ha elaborato per te: renderai i tuoi passi ancora più efficaci per il tuo benessere ed eviterai che i classici doloretti da sport possano costringerti a uno stop.

IMPARA LA TECNICA

Se vuoi rendere la tua camminata più efficace, adotta il metodo giusto: «Il movimento del piede deve partire dal tallone, proseguire sulla pianta per poi arrivare sull’avampiede e terminare sulle dita dei piedi, mentre la gamba arretrata avanza», suggerisce Daniela Perilli. Inoltre, attenta alle braccia: se l’andatura è media, tienile verso il basso, in modo che si muovano come un pendolo. «Se invece hai un ritmo veloce, flettile a 90° e muovile come se dovessi assestare una bella gomitata all’indietro, per darti un “effetto spinta», spiega Perilli. Quindi, se vuoi bruciare i grassi impara a variare il ritmo: per l’Ohio State University puoi eliminare fino al 20% in più di calorie rispetto a quelle che consumeresti con un passo costante.

Per avere una misura della cadenza giusta, prendi come riferimento il tuo battito cardiaco: «Cammina arrivando al 70% della frequenza cardiaca massima» dice Perilli. Per non superarla, puoi aiutarti con un cardio-frequenzimetro, ma è importante che impari a percepire le sensazioni di sforzo del tuo corpo: «Puoi valutare il tuo livello di affaticamento con il “talk test”. La frequenza cardiaca del 70% corrisponde a un’andatura che ti consente di avere una normale conversazione con una leggera sensazione di affanno».

SEGUI IL PROGRAMMA

Ora vuoi iniziare a camminare? Segui questo programma suggerito dalla nostra esperta, da mettere in pratica a giorni alterni, per tre volte alla settimana. Prima settimana affronta due uscite da mezz’ora, alternando cinque minuti di camminata veloce e altri cinque a passo normale. Seconda settimana concediti tre uscite di mezz’ora, alternando 10 minuti di camminata veloce a cinque a un ritmo normale. A partire dalla terza settimana: concediti 45 minuti di camminata (sempre alternando 10 minuti “veloci” e 5 “normali”), per arrivare dopo un mese a camminare per un’ora, senza fatica.

Così contrasti i fastidi del post camminata

TI FANNO MALE LE PIANTE DEI PIEDI

La causa – Indossi le scarpe sbagliate: «Calzature a pianta larga, rigide e con uno scarso supporto dell’arco plantare possono causare piccoli traumi che portano all’infiammazione della fascia plantare, zona che unisce il calcagno alle dita», spiega il dottor Quattrini.
Il rimedio – «Indossa scarpe con una suola flessibile, che permetta una buona circolazione del sangue, e con la conchiglia (la parte dove appoggia il tallone) un po’ più rigida, per sostenere la caviglia».

HAI LA SCHIENA INDOLENZITA

La causa – «Il dolore nasce da difetti di postura, che portano a un sovraccarico cronico sulla colonna vertebrale. Una situazione che costringe i dischi che separano le vertebre a uscire in modo progressivo dalla loro sede naturale», avverte l’esperto.
Il rimedio – «Esegui ogni giorno un esercizio per rinforzare la muscolatura addominalee lombare. Poi, fai 10 minuti di stretching, per allentare la tensione a carico della colonna».

SOFFRI DI DOLORE ALLE GINOCCHIA

La causa – «Può essere la conseguenza di vizi anatomici, come valgismo o varismo, ma anche di problemi come l’artrosi, un’infiammazione della rotula o una borsite», dice il medico.
Il rimedio – «Durante la fase di dolore acuto tieni il ginocchio a riposo e applica sulla parte un po’ di ghiaccio per circa 20 minuti, più volte al giorno. Ma appena possibile prenota una visita medica dallo specialista, in modo da chiarire la causa del problema».

Io ho cominciato il programma e vi farò sapere 🙂

By_Fra.

 

 

AGOSTO 2019 NON E’ COSI’ LONTANO…

Buon giorno a tutti,

il titolo del mio articolo non lo avete capito, lo so bene!

Allora vi racconto la mia ansia “Agosto 2019” dovrò partecipare ad un matrimonio e il mio compagno è il testimone, io voglio assolutamente rimettermi in forma per questa data…

Lo so che tutti penserete <è solo un matrimonio> ma per me no!

Il matrimonio in questione si celebrerà al Sud quindi non è solo un matrimonio, come tutti ben sapete i matrimoni al Sud sono una vera e propria passerella :/

Tra le altre cose a questo matrimonio praticamente non conosco nessuno tranne gli sposi ed alcuni amici in comune.

Bè, forse non è vero che voglio tornare in forma per il matrimonio in sé, forse è arrivato quel momento in cui non voglio più essere nel mio corpo “sbagliato”, adesso penserete che sono malata 😀 NO, scherzi a parte, ho bisogno probabilmente di avere un motivo per dimagrire e ho scelto questo.

ansia-home-2

Sono anni che ci provo ma senza successo ed è per questo che ho scelto di aprire questo Blog, magari tra il mio girovagare sul web in cerca di consigli utili, forse qualcuno potrà fornirmi altri consigli utili per poter affrontare questo mio momento di “mi rimetto in forma e cambio il mio stile di vita”.

Sì, perché mangiavo per nutrirmi, il mio mangiare era semplicemente un buttare in bocca cibo, tanto cibo, perché la natura dice che si deve mangiare; ma ho sempre sbagliato cibo e soprattutto il modo di cucinare.

Fritto, farcito, al forno, con tanto olio, piattoni di una sola portata….insomma mangiavo molto male!

Adesso per fortuna ho trovato il modo giusto, non che prima non ci fosse, e riparto da qui!

PS: Scusate per gli sfoghi da matta psicopatica, ma giuro che non lo sono…devo perdere 20 kg. e non sono pochi, non troppi, ma neanche pochi.

Buona giornata la vostra Fra.

I miei articoli…il mio sapere!

Voglio mettere in chiaro con tutti voi che tutti, o quasi, i miei articoli sono frutto del mio girovagare sul web e del mio interesse sul sapere. Quindi non ho studiato nutrizione, ne ho fatto l’università ma semplicemente mi informo più che posso e il condividere il mio sapere con gli altri è un qualcosa che mi è sempre piaciuto fare.

Volevo solo mettere in chiaro questo punto per essere il più trasparente possibile con chi leggerà i miei articoli.

La vostra Fra.

I 10 CIBI CHE SGONFIANO LA PANCIA

1 – L’ananas

ananas-curiosita

Questo frutto buonissimo, originario del Sud-America, è una bomba per combattere il gonfiore e l’odiata cellulite!

Perché?

L’ananas ha un effetto diuretico: combatte la ritenzione dei liquidi ed è un buon digestivo e possiede una azione antinfiammatoria sui tessuti molli.

Che ne pensate? Oltre che essere un frutto delizioso ha anche dei benefici, cosa volere di più?!

2 -L’acqua

Acqua.jpg

L’acqua rappresenta il 65% circa della massa corporea.

Da bere a temperatura ambiente e mai durante i pasti.

La sostanza migliore per purificare l’organismo è proprio un bicchiere d’acqua calda appena alzati.

3 – Lo Yogurt

Untitled-design-89.jpg

Eccolo qua, il mio spuntino preferito, lo Yogurt che grazie alla presenza dei probiotici regola l’attività dell’intestino e di conseguenza aiuta a sgonfiare la pancia.

Mangiato come spuntino in una dieta è consigliato uno yogurt al naturale con 0% di grassi.

4 – I Finocchi

 

finocchio-1.jpg

Fatemi dire che io li adoro in tutti i modi, crudi e cotti.

Questo ortaggio oltre che buono, per me, contiene molte fibre e aiuta ad eliminare le tossine in eccesso.

Io per esempio me li porto in ufficio e, quando mi viene fame, li sgranocchio mentre lavoro…

5 – Lo zenzero

Zenzero

Lo zenzero ha un gusto particolare e non a tutti piace, io non ci vado matta ma devo dire che dopo un cenone di Natale me ne diedero qualche pezzetto che mi ha aiutato a digerire.

Sì, perché come molte spezie, aiuta a bruciare le calorie e stimola la digestione.

Provate con una tisana a base di zenzero, vi aiuterà a togliere quel senso di pesantore sullo stomaco!

6 – La cannella

S21-2-640x479.jpg

La cannella è un potente antiossidante naturale, stimola la circolazione sanguigna e contribuisce a combattere il colesterolo.

Da usare come sostituto del sale, aiuta a inibire l’accumulo di grasso nella zona del giro vita.

7 – La menta

sorbetto-al-the-alla-menta.jpg

Io la uso molto in cucina: con le zucchine, le melanzane, nelle insalate e anche nelle tisane.

Aiuta la digestione, prevenendo la fermentazione dei cibi, causa del gonfiore addominale.

E’ un’erba fantastica e profumatissima!

8 – Il tè verde

te-verde

Il tè verde aiuta a combattere la ritenzione idrica e accelera il metabolismo inibendo l’assorbimento dei grassi.

Ottimo da bere  dopo i pasti!

9 – Frutta e Verdura

fritta-verdura-696x464.jpg

Ovviamente tutta la verdura è ricca di fibre.

L’unica accortezza che bisogna avere con la frutta è, invece, quella di non mangiarla dopo i pasti.

Meglio alla mattina o come spuntino pomeridiano.

10 – Le fibre

fibre-alimentari-cosa-sono-quale-funzione-ricoprono-e-in-quali-alimenti-trovarle.jpg

Sì tutti i cibi ricchi di fibre che regolano il tratto gastro-intestinale.

Ecco i cibi ricchi di fibre:

 

  • Crusca pura (44%)
  • Legumi freschi/secchi, come: fagioli, lenticchie, piselli (10-25%)
  • Frutta secca, tra cui: fichi secchi, uvetta, prugne secche (10-15%)
  • Pane e pasta integrali (10%)
  • Semi oleosi, come: mandorle, noci, nocciole, arachidi (6-14%)
  • Frutta fresca, come: ciliegie, mele, pere, pesche, arance (1,5-2%)
  • Verdura fresca e cotta, come : carote, carciofi, spinaci, sedano, pomodori, peperoni, finocchi (1-3%)
  • Farine bianche (1,5-2%)

Spero che il mio girovagare sul web sia servito a tutti, e che le fibre siano con voi e con la vostra pancia piatta 😉

La vostra Fra.

 

 

 

 

FELICITA’

Business trainer giving presentation to group of people

Oh! Sono felice perché finalmente sono riuscita a colloquiare con altre blogger 😀

Appena ho allestito questo mio Blog pensavo “parlerò da sola” e invece il mio pessimismo a volta riesce a stupirmi!

Non so bene come funzioni il TAG ma ci proverò e spero di riuscire a taggare le blogger più dolci che finora hanno risposto al mio <Help read me! >

Grazie ragazze per il supporto Federica nerdwife 

Forse il tag è riuscito ….ma non so bene?! Se avete consigli da darmi siete i ben accetti.

Un saluto la Fra.

DOMESTIC FITNESS…

Non ci avevo mai pensato!!!

Ma in effetti potrebbe tornare utile fare le pulizie di casa 😀

preview_domestic_fitness.png

Girovagando come sempre nel web ho trovato questo articolo che metterò in pratica.

Allenarsi restando in casa a fare le pulizie può essere molto divertente.

Si chiama “Domestic Fitness” ed è la ginnastica delle casalinghe!

Sbrigare le comuni faccende casalinghe richiede un bel dispendio di energia e una discreta resistenza fisica. Lavare pavimenti, stirare, cucinare, pulire i vetri e lucidare l’argenteria sembrano cose da poco, ma in realtà sono un allenamento vero e proprio.Ognuna di queste attività permette di bruciare calorie e grassi e così unendo l’utile al dilettevole, ogni donna può mantenersi in forma restando in casa a riordinare. Per trasformare i noiosi lavori di routine in un vero e proprio workout, però, bisogna prestare attenzione agli strumenti che si utilizzano e ai movimenti del corpo. Per esempio, scopa e aspirapolvere dovrebbero essere lunghe tanto da permetterci di rimanere dritte con la schiena e di non curvarci troppo. Le superfici basse e i bagni andrebbero puliti in ginocchio, mentre le parti più in alto dovrebbero essere raggiunte o con una scala o con un piumino dal manico lungo. Anche in cucina bisogna fare in modo di lavorare su un piano che sia abbastanza alto per restare in posizione eretta. Vediamo ora quali divertenti esercizi si possono inventare tra un lavoro e l’altro per tonificare e allenare la muscolatura.

Questo workout si può fare tutte le volte che facciamo pulizia in casa, variando sempre gli esercizi e intensificando l’allenamento con più ripetizioni.

Esercizio 1 – con la scopa in posizione supina, alzare le gambe in alto a 90° tenedole dritte. Mantenere il manico della scopa tra le mani larghe quanto le spalle e cercare di sollevarsi per raggiungere la punta dei piedi con la scopa. Cercare di non inarcare la schiena. Fare tre ripetizioni da 10. Questo esercizio scolpisce gli addominali.

Esercizio 2 – con la scopa in piedi, tenere il manico della scopa con le mani all’altezza delle spalle e divaricare leggermente le gambe mantenendo il busto dritto e contraendo glutei e addome. Spingere i glutei verso il basso come per sedersi e risalire nella posizione iniziale molto lentamente. Fare tre ripetizioni da 10. Questo esercizio scolpisce i glutei e le cosce.

Esercizio 3- lavare i vetri in piedi davanti alla finestra con le gambe leggermente divaricate, con un panno disegnare dei cerchi sul vetro, prima con la mano destra e poi con la sinistra. Tenere le braccia sempre leggermente piegate, il gomito vicino al petto, l’addome contratto e la schiena dritta. Spingere il panno sul vetro per intensificare il lavoro sui pettorali. Fare tre ripetizioni da 15. Questo esercizio tonifica i pettorali.

Esercizio 4 – stirare in piedi con la schiena dritta e le gambe leggermente divaricate, seguire il movimento del ferro da stiro con il bacino. Spostare l’anca destra piegando la gamba destra e allungando leggermente la sinistra. Tenere la posizione per qualche secondo e poi cambiare gamba. Fare tre ripetizioni da 10.Questo esercizio tonifica l’interno coscia e i glutei.

Bene io li farò e vi metterò i commenti nei prossimi articoli, ciao a tutti e buon Domestic Fitness a tutti 😉

Fra-

BRACCIA MOLLI…ECCO GLI ESERCIZI!

Buon giorno a tutte…anche se per ora non mi segue praticamente nessuno 😂😂 ma non importa, spero che prima o poi qualcuno mi degni di un “ciao”

Passiamo alle nostre braccia, io sto perdendo peso e ciò che mi fa star male è la pelle e i muscoli molli 💪🏻

Sto mettendo creme e sto facendo degli esercizi appositi che ho trovato su #youtube Esercizi braccia < — questo è il video …beh credo che possa funzionare

Se ci provate anche voi fatemi sapere come vi trovate !

Buona giornata da Fra~

WEEK END A VERONA

 

Città molto bella, peccato per la pioggia ininterrotta, la pioggia purtroppo non ci ha permesso di partecipare allo spettacolo l’Aida che purtroppo è stata annullata all’Arena ma abbiamo girovagato lo stesso per la movida veronese.

Che dire un week end alternativo con un non note romantiche e, come potrete vedere dalle foto, l’incessante pioggia ha lasciato spazio per un breve momento ad un doppio arcobaleno da favola.

Ci ritornerò molto volentieri soprattutto per poter visitare l’Arena.

Auguro a tutti voi un buon inizio di settimana e mangiate in modo sano, io a Verona ho fatto qualche sgarro ma con gusto, non potevo non gustare i piatti tipici del posto come i Bigoli al ragù di asino…una delizia!

Fra

 

 

CIBO SPAZZATURA

Alla base di un buon regime alimentare è indispensabile togliere tutte quelle brutte abitudini, sicuramente tutti abbiamo scelto almeno una volta nella vita, di entrare in un Fast Food, sicuramente invogliate perché sono a basso costo è indiscutibilmente deliziano il nostro palato…ma appunto “deliziano il palato” non il nostro intestino che, in quel preciso momento, funge da contenitore del cibo spazzatura!

Parliamoci chiaro…già solo togliendo questi alimenti nel nostro regime alimentare perdiamo peso… è un dato di fatto!

NO ALCOOL O ALMENO LIMITATO

Purtroppo anche questo stile di vita è deleterio per chi vuol perdere chili…

FIDATI DI ME…

…se eviti tutto il cibo spazzatura e limiti (o meglio eviti!) l’alcool sei già a metà dell’opera!

Un bacio dalla vostra Fra~